giovedì 9 novembre 2017

SANITÀ FIRENZE. PRIMARIO ASSENTEISTA, SACCARDI CHIARISCA

Un noto urologo di Careggi risultava presente in sala operatoria ma in realtà era assente, tanto che non aveva nemmeno timbrato il cartellino. Sono i primi risultati che arrivano da Careggi in seguito a una mia richiesta di accesso agli atti. In Consiglio regionale ho chiesto all'assessore regionale al Diritto alla Salute, Stefania Saccardi, e alla Giunta di chiarire con una comunicazione cosa sta emergendo sul caso del primario di Careggi Marco Carini.
Il medico non risultava presente nell'ospedale, malgrado a lui nel frattempo venissero attribuiti degli interventi chirurgici a pazienti che erano sicuri che fosse lui in persona ad operarli. Lascia un po' perplessi anche il fatto che in alcuni giorni risultavano 11 interventi condotti in una sola giornata. I pazienti, a questo punto, non sanno più se sono stati operati dal primario. 
Perché l'azienda ospedaliera si è mossa solo dopo la mia richiesta di accesso agli atti? Perché non si è mossa prima? Ho chiesto alla Giunta chiarezza e trasparenza sulla vergognosa e ombrosa vicenda.