.

.

INSTAGRAM

giovedì 27 aprile 2017

MOSCHEA A FIRENZE, MA GLI AFFARI FANNO PIU' GOLA


Il Partito democratico muore dalla voglia di islamizzare l'Italia. Una volontà che non si ferma neanche di fronte alle dure opposizioni dei cittadini. Eppure quando entrano in ballo gli interessi economici degli amichetti tutto cambia.

Caso lampante è ciò che sta accadendo a Firenze, dove nei giorni scorsi ha fatto molto discutere la volontà del sindaco Dario Nardella di realizzare una moschea nell'area dell'ex caserma Gonzaga.



Un'area per cui l'amministrazione comunale aveva già avviato un percorso partecipativo costato la bellezza di 260mila euro di soldi pubblici.


Un paio di giorni fa l'ex sindaco premier e segretario Pd Matteo Renzi, in campagna elettorale per le primarie del partito, aveva sconfessato Nardella esprimendosi chiaramente per il "no" alla moschea in quell'area.



Oggi da un articolo del Corriere Fiorentino si capisce meglio la situazione: il gruppo imprenditoriale Pessina, fra le altre cose editore del quotidiano "l'Unità", ha confermato il proprio interesse per acquistare l'area e realizzarci le case, quelle che sarebbero dovute nascere nel progetto originario. "Ma senza la moschea", ha dichiarato l'amministratore delegato della società.


Proprio nei giorni scorsi il gruppo Pessina era balzato alle cronache per un servizio di Report su presunte promesse fatte dal tesoriere del Pd Francesco Bonifazi per favorire l'operazione di acquisizione de l'Unità: in un periodo in cui al governo c'era Matteo Renzi al gruppo imprenditoriale sarebbero stati promessi appalti Eni, partecipata controllata dallo Stato.

Nardella dopo lo schiaffo ha provato a correggere il tiro sottolineando la consapevolezza di non poter realizzare una moschea in quell'area, ma confermando la volontà di aprirla alla preghiera per il prossimo ramadan.

Insomma la conclusione è facile da trarre, il Partito democratico si conferma il solito partito degli affari: apre le porte dell'Italia agli immigrati perché tutela il business dell'accoglienza da 5 miliardi l'anno. Poi è tirato per la giacca sulla moschea e ci rinuncia solo, guarda caso, quando in ballo ci sono gli interessi degli imprenditori amici.

venerdì 21 aprile 2017

VENEZUELA: L'ESERCITO CONTRO IL POPOLO

Una donna in piedi vestita di bianco avvolta in una bandiera venezuelana, ferma davanti a un blindato della polizia con le mani sul volto per proteggersi dai gas lacrimogeni.

mercoledì 19 aprile 2017

LA REGIONE ORDINA 10 MILIONI DI MEDICINALI SBAGLIATI

E' di oggi la notizia, data dal quotidiano La Repubblica, secondo cui l’Estar (l'ente che si occupa di acquisti per la sanità) avrebbe dovuto ordinare 90 confezioni di sofosbuvir (nome commerciale Sovaldi), molecola per il trattamento e la cura dell'epatite C, ma, per un errore di inserimento nel sistema informatico, ne ha ordinate 720.